12 Storie Sarde in Blues, 1 nuovo CD.

  È disponibile il CD "Le orecchie del re". 12 Storie Sarde in Blues. 100 i banditi in sella nella Bardana di Diana e 100 sono i Dimonius; 94 sono gli anni della protagonista de Il tempo di un respiro; 20 sono i venti di maestrale di Romeo and Juliet; 11 i Giudici della Storia... Continue Reading →

Annunci
Featured post

Sant’Efisio e i barbaricini, nel 300 d.C.

Le leggende sarde sono piene di racconti di Santi che vagano per i monti e per i paesi della Sardegna. Qualche volta lasciano impronte sulle pietre dove poggiano la mano. Altre volte mettono alla prova gli uomini, con richieste di elemosine o con prove di fede. L'avarizia viene punita con la trasformazione in pietra, de... Continue Reading →

Debutto storico de sa Natzionali Sarda

Pòpulu chi perdit is gherras, si sculat, naraiat cuddu. Sa stòria si fait cun medas ainas. Unu pòpulu puru po si intendi pòpulu, depit tenni simbulus, banderas, obietivus e tretus de fai impari. Sa storia de unu pòpulu si fait puru cun su palloni, o cun sa bòcia. Sa rivista Focus storia, in su mesi... Continue Reading →

Cantoris de stòrias tristas

Furas un'angioni e bandas a presoni furas Casteddu e t'ant a fai urrei. Cantoris de stòrias tristas no conteis de urrei stràngius no conteis de baronis allenus canteis de genti nosta bèndia. Canteis de sa dromida chi s'eus fatu de candu s'urtimu Giugi s'iat bèndiu, arròsciu de cumbati is stràngius, po 100.000 fiorinus. Canteis de... Continue Reading →

Cesare, Pompeo e la resistenza dei pochi

49-45 a.C. Nell'antica Roma, scoppia la guerra civile Karales appoggiò Cesare e fu premiata. Sulki appoggiò Pompeo e fu punita. Entrambi volevano il grano sardo. Tigellio cantava per Cesare, e le sue vittorie. Juke Box antico. Qualcuno nei monti della Sardegna (anche del sud Sardegna) continuava a resistere. --- Immagine, nuraghe sa fraigada, Seti Fradis, Sinnai, antistante... Continue Reading →

Mappa delle chiese campestri in Sardegna

La Sardegna è stata al centro del cristianesimo, almeno nella fase iniziale. Tanti furono i martiri portati in Sardegna dai romani e poi dai vandali. Abbiamo avuto due papi, (Ilario e Simmaco, di nazionalità sarda) importanti episcopi, come Lucifero e martiri importanti, come Antioco, Efisio, Simplicio, Lussorio e Saturno, Gavino, Prothu e Januariu. Le ossa... Continue Reading →

Lingua e letteratura sarda [di Bottiglioni]

La letteratura è anche quella orale? Oppure è solo quella scritta su carta? Bob Dylan ha vinto un premio Nobel per la letteratura, scrivendo canzoni, in cui la poesia si fonde con il suono delle chitarre e dell'armonica. I poeti che improvvisano su Facebook piuttosto che su un supporto informatico, quale ad esempio un sito... Continue Reading →

Mantinicas amasedadas.

Come un "Padre-Padrone" che uccide la "Lìngua-Madre". Violentata e umiliata. Tancada in d-un apostentu sceti po cultoris abarrada, o po poetas macus e fertus. Ti nc'ant bogau amarolla de custa terra, chistionada de millant'annus Cun petiadas in is manus o cun bregùngia di essi greza e inferiori. Su Napoletanu fiat lìngua de Urreis Su Venetzianu... Continue Reading →

Su Camaleonti e su Generali [Trilussa]

S'eroi a pagamentu Un urrei bèciu narat a su Generali -Beni as fatu a arriscai sa vida po difendi s'onori natzionali T'apa donai una medàllia candu acabat sa batalla. -Gràtzias, - iat nau s'eroi - ma po cuntratu mi depis donai centu francus po ferida. E castiit beni, chi dd'apu scontau unu buciconi in-d-un ogu,... Continue Reading →

Sardegna, una delle più vecchie dipendenze coloniali del mondo [John Day, storico americano].

Lo storico americano John Day definisce la Sardegna come «una delle più antiche e costanti colonie del mondo». Diceva Gramsci (il 16 Aprile 1919 in un articolo dell’Avanti, avente per titolo “I dolori della Sardegna”) che: “Nel cinquantennio 1860-1910 lo Stato italiano nel quale hanno sempre predominato la borghesia e la nobiltà piemontese, ha prelevato dai... Continue Reading →

Le istituzioni egualitarie originarie sarde

Tundu su ballu de Deus tundu faghidelu andare Recita una canzone sarda. Il cerchio è il simbolo dell'egualitarismo, della parità giuridica e di poteri. Diceva Lilliu che i sardi al tempo dei nuragici non si fecero nazione perché mancava l'apporto delle leadership delle città. Per Carta Raspi invece le città c'erano eccome, erano le città-stato Shardana:... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑