Tour di Sardegna: reportage di un viaggio caotico di mezza estate alla ricerca dei “nuraghi-tempio”, leggendo Sardella.

Estate 2020.Condita di polemiche sull'isola Covid-free diventata (p)untore.Ce la ricorderemo per le polemiche tra Solinas e Sala (milanesi inventori della Sardegna turistica, miga l'Aga Khan) tra Briatore - Ragnedda,tra Briatore e 2 pecore, tra Solinas e il governo, e per i titoloni dei giornali che hanno trasformato la Sardegna in untore, capovolgendo la realtà mistificata.... Continue Reading →

Cronache di Biddafraddoca: s’acabu / epilogo

... continua dall'episodio precedente ... Is biddafraddochesus festeggiarono per 9 notti e 6 giorni di fila. Fecero su ballu tundu più grande del mondo. Parteciparono tutti, uomini, donne, bambini, bambine, vecchi, vecchie, preti, suore e nuore, bevendo e mangiando come non mai avevano fatto in passato. Al 7° giorno, del 7° mese, alla 7° ora,... Continue Reading →

Il 6° passo est torrau: storie di falchi, codici nascosti e conversioni in Sergio Atzeni

Una calda serata di mezza estate. Luglio, mese di rivoluzioni storiche, all'ExMa per la presentazione del libro di Franciscu Sedda, Il sogno del falco. Il Codice nascosto nell'opera di Sergio Atzeni, arkadiaUniversità. Sergio Atzeni si convertì, da ateo comunista, a cristiano cattolico, è risaputo.Deluso da un concorso in RAI, decise di emigrare dall'isola, ma non... Continue Reading →

Cronache di Biddafraddoca 11: – Mulleri mia… e una!

... continua dall'episodio precedente ... Calmate le acque, Mussingallone uscì di casa e andò ad abbracciare il sindaco del paese vicino. Per suggellare la rinnovata amicizia tra biddas, Mussingallone propose una còja tra l’abitante di Biddafraddoca, il bandito Maloccu, e Bona sa Troddiona, di Bidda-gei-est-a-froris. Da tempo fastigiant impari, cioè erano fidanzati e, approfittando del... Continue Reading →

Cronache di Biddafraddoca 10: – Sa Not”e Cena, la vigilia di Natale.

... continua dall'episodio precedente ... Con l'arrivo dei primi venti freddi, e con le decorazioni natalizie di Bidda-gei-est-a-frori, visibili anche da Biddafraddoca, ci si accorse che a breve sarebbe stata Paschixedda, cioè Natale. "Perché non organizziamo un presepe vivente?" propose Maria Oppu. Tutti furono entusiasti. Andarono a chiedere consigli a Mussingallone, che disse: "il presepe... Continue Reading →

Cronache di Biddafraddoca 9: – Scherzi da prete

... continua dall'episodio precedente ... Leccate le ferite, gli abitanti del paese tornarono alle normali attività. La domenica delle Palme, tutti andarono a confessarsi e si formò presto la  fila dei fedeli nel confessionale. Il prete, quel giorno, aveva iniziato presto la sua attività. "Totu custas cunfessionis, in un giorno solo...";  uno sforzo immenso per... Continue Reading →

Covid-19, quarantena cerexina e contagi.

Segue la quarantena in Ceraxus town, ormai alla 3 settimana.Il meteorite ancora è lontano, una neve fuori stagione tiene al fresco il virus, continuano ad arrivare meme, video, audio, capaci di strappare sorrisi e occupare tempi morti."E guardo il mondo da un oblò, mi annoio un po'", canta YouTube...Anche Ceraxus ha i suoi 4 contagiati.Inizia... Continue Reading →

Covid-19 in Ceraxus town

Prima settimana di clausura anti-covid.L'emergenza ha stravolto sa vida e sa morti (sono vietati i funerali, no fait mancu a si morri) dell'italia e del mondo.Quindi anche della Sardegna.L'incredulità e la sottovalutazione iniziale hanno lasciato il posto al panico e alla rassegnazione. Le notizie dalla Cina, inizialmente avevano causato scene di isteria collettiva: cinesi (ma... Continue Reading →

Tutti i termini dell’indipendentismo

Bachisio Bandinu nel libro "Pro s'indipendèntiza" (Il Maestrale, 2010) lo ha spiegato magistralmente. Ciascun termine, ogni parola, ogni frase, si porta dietro significati semantici che evocano emozioni, immagini, sensazioni differenti. Cito testualmente dal testo di Bandinu: Indipendenza: "Certamente è una parola che per molti fa problema, in qualche modo crea persino allarme. È una parola... Continue Reading →

55 minuti

55 minuti, il tempo che mi restava 55 gli anni appena compiuti 55 le donne amate 55 i colpi di pugnale ricevuti 55 giorni dalla scoperta della truffa bancaria 55 squilli del telefono 55 porte d'albergo, in pieno centro di Carales 55 le parole che non bastavano per indicare l'assassino. Che si chiamava ... ---... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑