Cancioffali, su “piscarori”, sa “panetera” e il rito Elettoral-Carnevalesco.

Dòna-mi una cica, dòna-mi-ndi un'atra, cùsta non m'abastat Arrèn-ge-ge ! Cantavamo ritmando con il rullante al tempo de sa rantantina casteddaja. Una marcetta. Il carnevale tradizionale casteddajo, un mix di maschere della commedia dell'arte italiana e il carnevale sardo-barbaricino, con il dio-re che muore è la metafora di queste elezioni. Abbiamo le maschere classiche casteddajas:... Continue Reading →

Annunci

Facc”e Maimoni: Giganti scolpiti nelle rocce di Sardegna

Una, è un caso; due, è una coincidenza; tre, si comincia a pensar (bene) al quattro e cinque ... In Sardegna chiamiamo giganti parecchie cose: dopo le Tombe dei giganti e i Giganti di Monti Prama, abbiamo finalmente trovato le facce dei giganti. Foto   Infine una testa scolpita sulla roccia nella Dacia, del II secolo a.C.... Continue Reading →

Giama a Maimone

Maimone Maimone, (Maimone Maimone) abba cheret su laore, (il seminato ha bisogno di acqua) abba cheret su siccau (la terra secca ha bisogno di acqua) Maimone laudau (Maimone lodato) Durante il carnevale, mentre si portava in processione il fantoccio di canne, si cantava  questa invocazione alla pioggia, e gli si tirava acqua. Alla fine lo si buttava nel fiume.... Continue Reading →

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑