Deledda e Lussu avevano torto: i sardi sono diversi

Emilio Lussu si autodefinì un cavaliere fenicio. Grazia Deledda scrisse: "Siamo spagnoli, africani, fenici, cartaginesi, romani, arabi, pisani, bizantini, piemontesi.[...]" Entrambi avevano torto, smentiti dai risultati del DNA. I sardi attuali hanno continuità con i sardi nuragici e neolitici, che precedono tutte le popolazioni citate dalla Deledda. Neppure i romani, forse quelli che per più... Continue Reading →

Annunci

Centu concas, centu ciorbeddus

Centu concas, centu berrittas. (Cento teste, cento cappelli) Centu femminas, ducentus tittas! (Cento femmine, duecento seni) recita un proverbio sardo, ad indicare l'individualismo dei sardi, la mancanza di cooperazione e anche un po' di invidia. Scriveva Emilio Lussu che "[...] la disunione è la nostra prima impronta. Noi siamo tutti [...] malamente individualisti, con tutti i... Continue Reading →

Mr. Mill, Joyce e la spy story sarda

Ecco cosa succede se metti insieme: un eroe di guerra sardo, fondatore del Partito Sardo d'Azione, anti-fascista latitante, evaso dal carcere di Lipari dopo essere stato condannato per aver ucciso un fascista che, assieme ad un centinaio di fascisti, lo asserragliava per una spedizione punitiva; una bellissima antifascista, poetessa, traduttrice di poesie, femminista ante-litteram, esperta... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑