“Mari nostu”, il Mediterraneo degli Shardana.

Nel passato, tutto il mar Mediterraneo era in mano ai nuragici Shardana. Da Gibilterra, fino al Libano, dall'est all'ovest. Su mari fiat totu nostu: era la talassocrazia Shardana. Le varie tracce nel Mediterraneo si evidenziano prima nel ritrovamento dell'ossidiana del monte Arci, già in epoca neolitica, in cui si vede chiaramente che la Sardegna sta... Continue Reading →

Annunci

Sa sùrbile e il settimo figlio (Contu de forredda)

"Una mamma era sempre triste. Aveva già avuto sei figli, ma tutti erano morti dissanguati dalla sùrbile. La donna non sapeva come porvi rimedio. Andava in campagna a lavorare e non poteva portarsi appresso i bimbi nati da poco. Perché i figli non restassero mai incustoditi, quando doveva assentarsi, chiamava la madre affinché vigilasse su... Continue Reading →

Capovolti, is mortus a francas in susu

Per Dolores Turchi, l'antropologa sarda, il regno dei morti era a testa in giù e si svolgeva tutto al contrario. Per cui alcuni strumenti che si riponevano nella tomba, venivano spezzati per essere integri nel regno opposto. Per confondere gli spiriti dei morti, i sardi fino a poco tempo fa mettevano un treppiede  al contrario,... Continue Reading →

Giama a Maimone

Maimone Maimone, (Maimone Maimone) abba cheret su laore, (il seminato ha bisogno di acqua) abba cheret su siccau (la terra secca ha bisogno di acqua) Maimone laudau (Maimone lodato) Durante il carnevale, mentre si portava in processione il fantoccio di canne, si cantava  questa invocazione alla pioggia, e gli si tirava acqua. Alla fine lo si buttava nel fiume.... Continue Reading →

Blog su WordPress.com.

Su ↑