Antigu Dillu Sardu (2° parte)

La ballata della Sardegna non più libera, dopo l’acquisizione degli aragonesi.
Sardi non più protagonisti della loro narrazione storica, ma perdenti antagonisti del potere straniero.

“Como ch’est su filu ordidu, A bois toccat a tessere” (ora che il filo e ordito, a voi tocca il filo tessere) diceva Franciscu Ignatziu Mannu nell’inno sardo “Su patriotu sardu a sos feudatariu” (Procura de moderare).

Questa canzone chiude l’album “Le orecchie del Re” con il coro di bambini di Eleonora (che ringraziamo) e con l’augurio di Ginevra Monni che “a noi tocca il filo tessere”.

LE ORECCHIE DEL RE – Storie sarde in blues
Una produzione Horoène

Produzione: Motiv Comunicazione @”Domu Recording”.
Voice Recording & Mixing: Stefano Marcis.
Fotografia Copertina dell’album: Emiliano Masala
Progetto grafico: Motiv Comunicazione
Testi e Musica: Ivan Monni, Monica Secci
Voci: Ivan Monni e Monica Secci, il coro di Eleonora, Ginevra Monni
Chitarre, armonica, tastiere, basso e batteria: Ivan Monni
Tastiere in Me and Mr. Mill: Pierfranco Deiana

Ringraziamo Eleonora e il suo coro, i maestri Anna e Moreno, Emiliano Masala, Angelo Secci, Stefano Marcis, Pierfranco Deiana.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: