La ballata dell’indigeno Papalaxiu

Nella lingua Samoana i Papalagi sono gli uomini bianchi.
Nel 1920 un capo tribù, Tuiavii di Tiavea, dopo un viaggio in Europa, tornò sbigottito dalle contraddizioni occidentali, e mise in guardia il suo popolo dal fascino perverso verso l’occidente.
I suoi discorsi al popolo vennero pubblicati a sua insaputa.

L’indigeno Papalàxiu, personaggio inventato, è l’alter ego, opposto del capo tribù, è un indigeno di un isola-atollo, sempliciotto e ingenuo.
Non cammina.
Ciondola, allampanato, sbandierando a seconda del vento.

Davanti alla tecnologia portata dai nuovi arrivati europei, con delle grandi navi, prova un complesso di inferiorità.

Inizia a scimmiottare in maniera goffa i nuovi arrivati, a parlare la nuova lingua ad usare nuove maniere.

Rinnega le sue tradizioni, la sua storia millenaria.

Si vergogna della sua cultura e della sua lingua, che considera grezza e primitiva.
Fa sue e interiorizza le critiche e le battute razziste che gli Europei gli rivolgono. 

Pesta le mani ai suoi figli e ai suoi nipoti che parlano la vecchia lingua dei suoi nonni.
In cambio avrà oggetti di poco valore, come collanine di plastica, guanti e altre carramatzinas.

Riuscirà mai a liberarsi dal complesso di inferiorità?

Cammina
ciondola e cammina
Sulla riva
mormora e trascina
3 navi alla banchina
un’altra collanina

Il progresso
con tutti i suoi colori
Vedi figlio mio
dobbiamo imparare
La lingua delle nuove genti
son di sicuro più intelligenti

Non parlare
come ti ho insegnato
Figlio mio
la lingua dei tuoi nonni
Dimentichiamo tutto quanto
Ieri ho avuto in dono un guanto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: