Il Blues di Giovanni Gallurese, l’eroe maledetto, durante il periodo spagnolo.

Un popolo che ha perso la sua Storia, purtroppo, finisce per ripiegarsi sulle storie individuali, di banditi e di ribelli, che riconoscono solo la legge de su logu insoru, non quella de is istràngius.

A metà tra storia e leggenda, Giovanni Gallurese, fu prima nominato eroe dal re spagnolo, per aver sgominato un attacco de is morus, poi bandito, per essere entrato in conflitto con i baroni spagnoli.
Altre versioni parlano di conflitti per una ragazza.
Verrà tradito dagli stessi sardi, pronti a vendersi per qualche soldo della taglia.

Ispirato ad unu cantu a curba, la canzone dei cantastorie sardi, po ndi torrai a unu blues a sa moda de Muddy Waters.
Esistono due libri su Giovanni Gallurese e una opera lirica di Italo Montemezzi.
Un libro è di fine ‘800 di Carlo Brundu, il secondo, più recente, di Giovanni Strinna (“L’eroe maledetto”).

 

Rit.
Questa è una vecchia storia
si è persa la memoria
eroe fu lodato
bandito sfortunato
nei suoi modi cortese
Giovanni Gallurese

Una notte di festa
di guardia solo resta
sulla spagnola torre

20 anni svelto corre
veloce il tempo scorre
3 navi all’orizzonte

Le armi aveva pronte
i mori son di fronte
più di 320

studiati i forti venti
dei mari le correnti
pronti tutti i cannoni

tra le maledizioni
le corse e imprecazioni
le navi tutte affonda

3 barche sulla sponda
assalto alla ronda
coi moschetti li spara

cadendo fanno a gara
sudore nella cara
1 moro solo in piedi

con spade e con gli spiedi
ne cantano gli aedi
Giovanni eroe lodato

da semplice soldato
da sempre comandato
dal re capo promosso

Rit.
Da semplice soldato
Eroe fu lodato
sicuro nei suoi occhi
amici aveva pochi
ne cantano le imprese
Giovanni Gallurese

Cambiano intanto i venti
i piedi ai prepotenti
pesta i contrabbandieri

briganti tesorieri
baroni avventurieri
solo contro i ladroni

meglio senza padroni
al servo dei baroni
Giovanni un colpo spara

In una notte chiara
la fuga un po’ corsara
rifugio sopra i monti

subiti troppi affronti
prepara intanto i conti
dai monti lui comanda

il pane da una ghianda
a capo di una banda
di morti più di 30

la guerra fu cruenta
la taglia opulenta
la tentazione sale

coscienza di un maiale
del codice immorale
una notte fu tradito

Giovanni eroe bandito
nei monti circondato
la fine del cinghiale

Rit.
Questa è una vecchia storia
cantiamo la memoria
venduti pochi vili
divisi e un po’ servili
non sopportò le offese
Giovanni Gallurese

Una risposta a "Il Blues di Giovanni Gallurese, l’eroe maledetto, durante il periodo spagnolo."

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: