Prete Murru, invincibile lottatore de s’Istrumpa

S’Istrumpa è una lotta tipica sarda che viene da molto lontano, dai tempi nuragici e anche da prima.

Nella seconda metà del novecento, la pratica era quasi scomparsa, ma negli anni ’80 a Ollollai è stata recuperata e salvata dalla scomparsa definitiva.

Alla fine dell’ottocento a Mamoiada, il prete Murru di Buddusò si distinse per la bravura nella lotta a s’Istrumpa.

Dopo aver messo ko sfidanti di Mamoiada, Fonni, Ovodda, Orgosolo, Olzai e Sarule, il prete ha esaltato i suoi tifosi e incentivato gli sfidanti a farsi avanti.
Il prete era invincibile.

Sembrava non avere degni rivali, ma si sa, ognuno prima o poi trova la propria scarpa, e anche per prete Murru arrivò il momento di trovare uno più coriaceo di lui.

Si presentò il fortissimo e imbattuto tziu Antoni Zusepe Bussu “Borroi” di Ollollai, che dopo una interminabile lotta e sforzi sovrumani, dopo essere stato atterrato una prima volta, riuscì infine ad atterrare prete Murru.
Cingendo l’avversario, dopo qualche finta, riuscì finalmente a sbilanciarlo e a farlo cadere a terra.

Zai nd’apo atoviau omines fortes, ma unu travu che i custu mai!” (“Ne ho visot uomini forti, ma mai così!”) esclamò tziu Antoni “Borroi”.

Attualmente s’Istrumpa è inserita nella Federazione internazionale di Lotte Celtiche (in particolare assomiglia alla lotta Back-Hold) e si compete a livello europeo. E’ anche inserita nella Federazione italiana lotta pesi Judo e Karate.

Ecco le tecniche principali (per approfondimento, incluse le figure delle tecniche,  rimandiamo al libro di Pietro Frau, s’Istrumpa, manuale storico didattico, Alfa Editrice):

Tecnica di ginocchio dall’esterno
Tecnica di gamba dall’interno con appoggio del piede a terra
Tecnica di gamba dall’interno senza appoggiare il piede a terra
Tecnica di gamba dall’esterno con appoggio del piede
Tecnica di gamba dall’esterno senza appoggio del piede
Tecnica di schiacciamento
Tecnica di proiezione laterale
Tecnica di sollevamento con ginocchio dall’esterno
Tecnica di ginocchio dall’interno con sollevamento
Tecnica di mezza rotazione
Tecnica di rotazione
Tecnica di ancata laterale

In passato la pratica de s’Istrumpa era diffusa in tutta la Sardegna, a Quartu Sant’Elena c’era Sa Sciampita, una lotta-danza che prevedeva calci negli stinchi; un’altra forma ormai persa, chiamata “sas francas” e una lotta di cui non c’è più traccia chiamata “Lotta campidanese” ( simile a s’Istrumpa, ma con la presa intorno all’area del collo e la presa sulla fine del busto partendo dalle spalle).

Oggi le palestre maggiormente presenti sono quelle di tipo orientale o sud-americano.
Si sa che i sardi sono bravi a valorizzare la cultura etniche, purché vengano da altrove.

 


Predi Murru, s’invincibili lotadori de s’Istrumpa

S’Istrumpa est una lota de Sardigna chi benit de atesu, de is tempus nuragicus o de prima puru.

In sa segunda mitadi de su noicentu, fiat casi isparessia, ma in is annus otanta in Ollollai est istetia torrada a praticai e s’est salvada de sa isparessida.

In sa fini de s’otucentus in Mamoiada, ci fiat unu predi chi pariat invincibili: predi Murru.

Segundu cantu contat sa genti, si ndi fiat bogau su bistiri de predi e iat isfidau atrus picioccus.

A pustis di essiri postu ko isfidantis de Mamoiada, Fonni, Ovodda, Orgosolo, Olzai e Sarule, totu sa genti ddu creiat invincibili e is isfidantis ndi ‘eniant a foras po ddu isfidai.
Su predi fiat perou invincibili.

Pariat chi nisciunu ndi podessit iscabulli, ma si iscidi, po donniunu nc’est sa crapita sua, e fintzas po predi Murru fiat bennia s’ora de nci arrui a terra.

Si presentat unu omini mannu e forti, tziu Antoni Zusepe Bussu “Borroi” de Ollollai, chi a pustis de una lota chi no acabat prus, e a pustis di essiri istetiu ghetau a terra sa primu ‘orta, ci dd’iat fata a binci.

Imprassendi su predi, ci dd’iat fata a ddi fai perdi s’ecuilibriu e a ddu fai arrui.

“Zai nd’apo atoviau omines fortes, ma unu travu che i custu mai!” iat nau tziu Antoni “Borroi”.

Oindì s’Istrumpa fai parti de sa Federatzioni internatzionali de lotas celticas (spantat meda s’assimillantza cun la lota Back-Hold) e si cumbatit a livellu europeu.
Fai parti puru de sa Federatzioni italiana lota pesi Judo e Karate

Custa funt “sas trassas” principalis ( po ndi isciri de prus, e po biri is figuras, ligei su libru de Pietro Frau, s’Istrumpa, manuale storico didattico, Alfa Editrice):

A ghetare su ghenugru dae parte de foras
A ghetare s’anca dae intro acotzande su pee in terra
A ghetare s’anca dae intro sena acotzare su pee in terra
A ghetare s’anca dae foras acotzande su pee in terra
A ghetare s’anca dae foras sena acotzare su pee in terra
A tzacadura
A imboladura de costados
A pesare s’àteru dae terra ponende su ghenugru dae foras
A pesare s’àteru dae terra ponende su ghenugru dae intro
A mesu molinadura
A molinadura
A li pònnere sa croca de s’anca de costados

Tratto dal libro: Pietro Frau, s’Istrumpa, manuale storico didattico, Alfa Editrice

In su tempu coladu, s’Istrumpa si giogant in totu sa Sardigna, in Cuartu Sant’Aleni ddu-i fuat Sa Sciampita, una lota-ballu e donant carvat-de-pei a is cambas, un’atra forma perdia, tzerriada “sas francas” e una lota iscarescia oindì, tzerriada “Lota Campidanesa” (pariat cumenti s’Istrumpa, ma si aciapat su tzugu e in is palas).

Oi is palestras prus presenti in Sardigna funt de-i cussas orientalis o de su sud america.
Si iscidi chi is sardus funt bravus a tenni in contu is culturas etnicas, basti chi ndi bengant de atrus logus.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: