Medusa, regina di Sardegna

Per i greci era la Regina d’Occidente.

Per i romani era la Regina di Sardegna, figlia di Forco il marinaio, Re di Sardegna e Corsica.

Per i sardi era una bellissima regina, dai lunghi capelli, che lottava e cavalcava, guidando il popolo sardo.
A Samugheo e a Lotzorai esistono i castelli di Medusa.
Si narrano diverse leggende.
L’archeologo Giovanni Ugas, ne ha ricostruito la genealogia, basandosi sulle fonti greche e romane, nel libro “L’alba dei nuraghi”, dando patente di ufficialità alle leggende/miti/fonti storiche.

Remundu Piras ne esalta le virtù in questa poesia:

[…]

A narrer de sos sardos su valore (A dire del valore dei sardi)
no bastat su talentu ‘e custa musa. (non basta il talento di questa musa.)
Sende Sardigna jamada Ichnusa (E’ la Sardegna chiamata Jchnusa)
sos Grecos che faghìana terrore (I greci che facevano terrore)
ma sa Reina Armigera Medusa (ma la Regina condottiera Medusa)
at subrafatu ogni Grecu furore (ha sopraffatto ogni Greco furore)
impedende ‘e intrare in sas marinas (impedendo di entrare nelle marine)
comente Enea in sas terras latinas. (come Enea nelle terre latine.)

Medusa fit fémina ‘e talentu (Medusa era donna di talento)
chi bonas proas de arma nd’at dadu. (ha dato buone prove di armi.)
Issa pro ogni grecu bastimentu (Lei per ogni greco bastimento)
s’esércitu teniat preparadu, (l’esercito avevo pronto,)
Cagliari fit su portu abbituadu (Cagliari era il suo porto abituale)
chi li serviat de aprodamentu. (che le serviva come approdo.)
M’ana salvadu sa Sardegna intrea (Hanno salvato la Sardegna intera)
totas duas unidas cun Borea. (tutt’e due unite con Borea)

Finido sos triunfos de Borea (Finiti i trionfi di Borea)
su samben sardu est triunfante ancora. (il sangue sardo è trionfante ancora.)
Naschesit Eleonora de Arborea (Nacque Eleonora d’Arborea)
ch’est vivida pro s’arma imperadora, (che è vissuta per l’arma imperatrice,)
de armas e de leges professora (di armi e di leggi esperta)
fit mezus de Camilla in sa Giudea. (era meglio di Camilla nella Giudea.)
E la onorat su regnu italianu (E la onora il regno italiano)
ca s’est distinta pro mente e pro manu (perché si è distinta per mente e per mano)

[…]

Remundu Piras, A sos eroes Sardos, contenuta sul libro Remundu Piras – Sedas Lizeras (versos inéditos), Domus de Janas editore

Copertina: http://il-matriarcato.blogspot.it/2013/03/medusa.html

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: