Sardi si nasce, o si diventa?

Ha suscitato dibattito e scalpore la foto in costume sardo della barista cubana.

Cosa significa essere sardi?

Appartenere ad un territorio, è diverso da nascere in un territorio.

Mia nonna, è nata da genitori sardi, in Francia ed ha vissuto i primi 6 anni di vita lì, prima di tornare in Sardegna.

Non si sarebbe mai sognata di definirsi francese.

Tantissimi figli di sardi, nati e vissuti all’estero si sentono sardi. Anche se tornano solo in vacanza.

I migliori scrittori sardi hanno vissuto fuori dalla Sardegna.
Come se guardarci da fuori, da un altro punto di osservazione, sia un elemento che fortifica la sardità.
Nessuno si sognerebbe di dire che Grazia Deledda non era sarda perché ha vissuto a Roma. O Gramsci e Sergio Atzeni a Torino. O Soriga a Roma. È così tanti altri artisti, come la Murino a Parigi.

Ma non è dei sardi di sangue che voglio parlare.

Voglio parlare dei non sardi che hanno scelto di vivere qui, appunto per scelta, perché hanno amato la Sardegna.

In questo senso Gigi Riva, nato in Lombardia, ha rifiutato il miliardo (degli anni ’70) della Juventus per non tradire i pastori sardi. Ha scelto di essere sardo.

Stesso discorso per De Andrè, ligure, ma sardo per scelta.

Andrea Parodi, padre ligure e madre sarda. Ha scelto di essere sardo, come ammette lui stesso in un live.

Nella storia sono tanti i non sardi che hanno sposato la causa sarda.

Antonio Simon Mossa, geniale architetto, poeta, scrittore, giornalista, cineasta, politico, nasce a Padova, anche se di origine Algherese, è il padre di tutti gli indipendentisti sardi moderni.

L’illuminista ligure Domenico Simon, trapiantato in Sardegna, combatté per la cacciata dei piemontesi e per la conquista dell’autonomia sarda.

Leonardo Alagon era spagnolo, ma rispolverò la bandiera degli Arborea e lottò per l’indipendenza dei sardi.

La stessa Eleonora d’Arborea, nacque dalla spagnola Timbora. Quest’ultima scelse la causa del marito, quella degli Arborea.
Anche gli avi paterni di Eleonora erano di origine spagnola.

Tornando ancora indietro nel tempo, anche Amsicora viene indicato come cartaginese, organizzò la rivolta contro i romani.

Per non parlare dei linguisti sardi, moltissimi non sardi: dal tedesco Wagner, allo spagnolo Blasco Ferrer, al giapponese Shigeaki Sugeta.

Infine chiudo con tre esempi…

… di Alexis, un ragazzo francese, che ha scelto di imparare la lingua sarda.

… di una ragazza danese Lone Elisabeth Olese che ha scelto di imparare il sardo.

… della storia di Rachel una ragazza Indiana, poetessa in limba sarda che scrive “Tèngio un’amore mannu pro custa terra”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: