Sistema numerale campidanese “analfabeta”

Tramite alcune testimonianze di parenti (di una certa età) scopro che nell”800 a Selargius e a Quartu Sant’Elena esisteva un sistema numerale autoctono, creato per far di conto e tenere traccia dei crediti e debiti con i negozianti.

La popolazione analfabeta aveva sviluppato un sistema alternativo, visto che non era diffusa tra il popolo la conoscenza dei numeri decimali.

I simboli erano composti da uova, spirali, croci con dei punti (simile alla bandiera dei quattro mori) e stecchette lineari per i numeri 1, 2, 3.

Ancora nel 1990 una donna di circa 90 anni quartese, utilizzava questo sistema.

Purtroppo credo che di questo sistema non ci siano più prove documentali, se non le testimonianze delle persone più anziane.

Ecco invece le misure che venivano utilizzate in Sardegna fino al 1900:

su moi = 50 litri
sa quarra= 25 litri
sa mesura = 20 litri
su quartu = 12,50 litri
su quartucciu = 6,25 litri
s’imbudu = 3,12 litri
sa libba = 400 grammi

Copertina: Donna che scrive, di Gherard Terborch

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: