Cartine della Sardegna: strade romane

12512299_1671151196458203_4196074315441256476_n

“Del resto tutte le strade di Sardegna conducono a Cagliari.
Nonostante Cagliari, pur in Sardegna, non sia propriamente Sardegna”. Salvatore Cambosu, Miele amaro, Ed. Il maestrale, pag. 25

 

Itinerarium Antonini

Contiene la descrizione delle principali vie che attraversano le province dell’impero romano: la litoranea orientale chiamata a portu Tibulas Caralis (toccava la Gallura, la Baronia, l’Ogliastra);

la strada interna della Barbagia chiamata aliud iter ab Ulbia Caralis (collegava il porto di Olbia con Carales); la strada centrale a Tibulas Caralis che collega la Gallura al Campidano; la litoranea occidentale chiamata a Tibulas Sulcis.

Elemento fondamentale nelle strade romane era il miliare, un cippo iscritto, posto sul ciglio stradale, utilizzato per scandire le distanze lungo le vie pubbliche romane.

Era presente il numero delle miglia (ogni miglio corrisponde a 1478m pari a 1000 passi) e il nome dell’imperatore o governatore che ha effettuato i lavori di costruzione o restauro o chi si è occupato della collocazione dei segnacoli itinerari.

Fonte: Attilio Mastino, “Storia della Sardegna Antica”, Il Maestrale, Nuoro 2005.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...